Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Messina. Incarico all’ex soprintendente Saija, Jervolino pronto ad andare in Procura

Letto 431 volte

Teatro_Vittorio_EmanueleNon fa sconti a nessuno il commissario straordinario dell’Ente Teatro di Messina Salvatore Jervolino, mandato a sostituire il Consiglio di Amministrazione ormai dissolto. Jervolino, oltre a tagliare senza pietà tutto quello che non è davvero necessario alla gestione dell’ETV, ha deciso di andare fino in fondo anche rispetto agli incarichi eccellenti ed è pronto a rivolgersi alla magistratura per fare chiarezza su questi ultimi. A partire da quello del contestatissimo ex soprintendente Nino Saija, che ha ricevuto l’incarico quando era già in pensione. E visto che al momento del suo insediamento la legge Madia (che comunque prevede che la prestazione dei pensionati sia a titolo gratuito e non duri più di un anno) era ancora di là da venire, per Saija si potrebbe configurare l’ipotesi di danno erariale per le somme incassate durante il mandato. “Ho dato disposizioni che mi sia consegnato il fascicolo che lo riguarda -conferma il commissario Iervolino. Se riscontrerò gli estremi di irregolarità sarà mia cura portare tutta la documentazione alla Procura della Repubblica e alla procura della Corte dei Conti di Palermo”.

Elisabetta Raffa

Giornalista professionista dal secolo scorso, si divide equamente tra articoli di economia e politica, la cucina vegana, i propri cani, i libri, la musica, il teatro e le serate con gli amici, non necessariamente in quest’ordine. Allergica ai punti e virgola e all’abuso dei due punti, crede fermamente nel congiuntivo e ripete continuamente che gli unici due ausiliari concessi sono essere e avere. La sua frase preferita è: “Se rinasco voglio essere la moglie dell’ispettore Barnaby”.