Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#L’anticospeziale. Andiamo incontro all’estate: capillari e vene

Letto 325 volte

Il dottor Giuseppe Di Prima

Il benessere inizia da quello delle vene. L’estate è luce, sole, gioia di vivere, attività all’aria aperta. E’ il periodo ideale per viaggiare, fare escursioni, fare nuove amicizie, scoprire nuovi luoghi e nuove sensazioni.  L’estate è anche, purtroppo, il periodo più difficile per le vene, perché soffrono il caldo. Con il calore sono meno toniche, tendono a dilatarsi e a non svolgere a perfezione il loro lavoro di favorire il ritorno del sangue al cuore. Le conseguenze sono gambe pesanti e gonfie che non trovano riposo e a volte addirittura crampi, dolore e stare in piedi diventa una sofferenza. Ciò spesso ti toglie la voglia di uscire, di fare passeggiate, di scoprire, di goderti l’estate.  Per non parlare del sentirsi a disagio per l’estetica delle gambe, che esibiscono vene e capillari improvvisamente ben disegnati.

I capillari visibili sulle gambe rappresentano una problematica piuttosto comune che non riguarda soltanto una questione estetica e possono risultare imbarazzanti. Una delle cause principali della comparsa di capillari visibili sulle gambe riguarda problemi di circolazione, che possono essere accentuati dalla vita sedentaria. Chi trascorre molto tempo seduto, ad esempio per lavoro, potrebbe dover affrontare il problema dei capillari visibili sulle gambe come la conseguenza di una vita troppo sedentaria.

Eppure, bastano piccole attenzioni quotidiane per godere l’estate e la vita. Mantenere in forma il corpo e le vene è il modo migliore per essere pronti ad affrontare le fatiche quotidiane ma anche per godersi appieno i momenti piacevoli e di svago della giornata. Con le vene in forma, vive, le gambe saranno più leggere e si avrà voglia di muoversi e di uscire, anche la sera dopo il lavoro. Facendo più movimento, le vene staranno ancora meglio e ci spingeranno a fare ancora di più. Camminare per almeno mezzora al giorno è il miglior esercizio per le vene: il movimento, infatti, attiva i muscoli che circondano le vene, le massaggiano e le spremono aiutando il ritorno del sangue venoso al cuore. Parcheggiare l’auto un po’ più lontano e fare quattro passi in più, non utilizzare l’ascensore.

La salute dei capillari può essere correlata al nostro stile di vita. La comparsa di capillari visibili sia sulle gambe che in altre parti del corpo può essere legata ad abitudini come il consumo di alcolici e il fumo eccessivo. L‘alcol dilata i vasi sanguigni e può portare alla comparsa di capillari visibili mentre la vitamina C è distrutta dal fumo. Si tratta di una sostanza molto importante per proteggere la salute dei capillari, che sono molto sottili, delicati e fragili. Possono rompersi facilmente in caso di pressione eccessiva. Il problema dei capillari in evidenza può colpire chi ha la pressione alta. Inoltre, con l’invecchiamento i capillari perdono elasticità, la pelle si assottiglia e dunque diventano più visibili. La comparsa di capillari in evidenza può riguardare anche questioni ormonali, ad esempio uno squilibrio, che potrebbe essere legato alla gravidanza o all’assunzione della pillola anticoncezionale. Tra le cause più gravi troviamo l’insufficienza venosa cronica.

Altre cause dei capillari in evidenza sulle gambe sono sovrappeso, stress e assunzione di alcuni farmaci, come corticosteroidi e antidepressivi. I capillari possono essere causati anche da frequenti esposizioni al sole o motivi genetici. E’ necessario innanzitutto che la circolazione sanguigna non sia bloccata. Meglio evitare quindi abiti e biancheria attillati, non aumentare di peso e mangiare molte fibre, che combattono la stitichezza, un altro fattore che danneggia i capillari.

La salute, si dice, inizia a tavola e questo vale anche per le vene. Il sovrappeso e la ritenzione idrica rendono più difficile il lavoro quotidiano delle tue vene. Una alimentazione più corretta è indispensabile e da non rimandare perché necessitano tempi lunghi. E’ necessario sin da oggi avere le idee chiare e senza grosse limitazioni e sacrifici è possibile ottenere risultati eccellenti. Iniziare quindi con il limitare il più possibile le carni rosse, i dolci, il caffè e il sale e scegliere carni bianche e pesce azzurro, verdure, frutta, tè e tanta acqua pura. Sono pochi accorgimenti per difendere le tue vene, accorgimenti che dovrebbero essere completati con una dieta corretta costruita personalmente e non da altri. Non esiste una bacchetta magica che in cambio di denaro attenui gli antiestetici capillari o vene delle gambe e non esistono maghi che fanno dimagrire. Servono soltanto due elementi: testa e movimento.

E’consigliabile intervenire migliorando l’alimentazione con aggiunta di fonti di vitamina C  comprendente agrumi, spinaci, cavolfiori e cavoli. Ottimi i flavonoidi e gli antocianosidi per facilitare e migliorare la circolazione sanguigna. Tali proprietà si trovano nei frutti di bosco come il ribes, il mirtillo e le more e negli ortaggi come i cavoli e gli spinaci. Il mio consiglio è verdure in abbondanza: crude a pranzo e cotte a sera o viceversa e frutta di stagione, particolarmente al mattino a colazione. Nelle insalatone crude è necessario inserire ogni giorno  due carote tagliate alla julienne, prediligendo le varietà piccole e tenere. Premunirsi quindi di un apposito attrezzo, tipo grattugia o disco a manovella (costo medio 10 euro) perché le carote crude giornaliere saranno il mio più convinto consiglio fino ad estate inoltrata. E per chiudere l’argomento carote, nell’insalatona necessitano due cucchiai di olio extravergine di olive per permettere l’assorbimento della vitamina A.

Inoltre si può comodamente utilizzare anche un ottimo e sperimentato prodotto naturale in compresse. La mia esperienza mi ha permesso di individuare in commercio un fitocomplesso a base di estratti di mirtillo, centella, rutina e selenio, che con azzeccato e perfetto sinergismo svolge un’azione antiossidante, protettiva ed elasticizzante per il microcircolo. Con questi rimedi naturali contro i capillari sulle gambe non ci si può aspettare risultati immediati, ma occorre attendere alcuni mesi prima di notare dei notevoli miglioramenti. Per questo motivo in questo periodo dell’anno ho scelto questo argomento, che a breve sarà seguito da articoli inerenti la ritenzione idrica, il sovrappeso, l’abbronzatura e il mare. Subito all’opera quindi e consideratemi disponibile per qualsiasi chiarimento.

Il dottor Giuseppe Di Prima, farmacista e naturopata, si può contattare per mail (anticospeziale@virgilio.it), su internet (benesserenaturale@live.com) e su facebook.                

        

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.