Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#ilferribottenonsitocca. Assemblea e sciopero dell’Orsa per difendere i collegamenti tra Sicilia e Calabria

Letto 464 volte

Foto Paolo Furrer

Il sindacato si è spaccato, ma gli autonomi non mollano. Con lo slogan #ilferribottenonsitocca Orsa, Comitato Pendolari Siciliani, Movimento Popolare Sicilia e Calabria e tanti altri partiti e associazioni che hanno aderito alla protesta vanno avanti e non cedono di un millimetro.

Il rinvio del Gruppo Ferrovie dello Stato dei tagli al traghettamento ferroviario da e per la Sicilia (che sembra invece avere tranquillizzato i sindacati confederali, Fast e Ugl) non li convince neanche un po‘.

E così stamane alle 9.30 appuntamento a Palazzo Zanca a Messina con un’assemblea aperta per fare il punto della situazione e decidere come rilanciare l’opposizione ai tagli scellerati delle FS.

Più sereni invece i sindacati Cgil, Cisl, Uil, Fast e Ugl, che dopo un breve passaggio sotto la Prefettura convergeranno al PalaCultura.

Lo sciopero di Orsa Ferrovie inizierà stamane alle 9 e si concluderà alle 17. Garantiti ovviamente i servizi minimi, ma si prevedono disagi per la navigazione ferroviaria sullo Stretto, mentre nelle tratte ex Metromare tra Messina, Reggio Calabria e Villa San Giovanni non ci saranno problemi, maltempo permettendo.

“Lo sciopero è indetto solo dal nostro sindacato -spiega il segretario generale di Orsa Sicilia Mariano Massaro– che insieme al movimento popolare #ilferribottenonsitocca invita la cittadinanza all’assemblea popolare che si terrà in Comune alle 9.30.
Non basta aver ottenuto dopo la mobilitazione del 14 febbraio lo stop temporaneo dei progetti di dismissione. Durante l’assemblea si getteranno le basi e le proposte per una grande manifestazione delle regioni Sicilia e Calabria per chiedere a gran voce il rilancio del trasporto ferroviario sullo Stretto e nell’Isola”.

Elisabetta Raffa

Giornalista professionista dal secolo scorso, si divide equamente tra articoli di economia e politica, la cucina vegana, i propri cani, i libri, la musica, il teatro e le serate con gli amici, non necessariamente in quest’ordine. Allergica ai punti e virgola e all’abuso dei due punti, crede fermamente nel congiuntivo e ripete continuamente che gli unici due ausiliari concessi sono essere e avere. La sua frase preferita è: “Se rinasco voglio essere la moglie dell’ispettore Barnaby”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.