Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Da Messina a Sky, ecco chi sono i 20 Rime

Letto 1862 volte

20 rimeGiovani, intraprendenti, con la passione per la musica e la voglia di sfondare nel mondo dell’hip hop. Parte dalla Sicilia la scommessa dei 20 Rime, gruppo esordiente messinese il cui video è stato lanciato nei giorni scorsi sui canali musicali di Sky Italia.
Una forte amicizia che lega tutti i componenti della crew. La città dello Stretto come punto di riferimento. Il futuro, forse, lontano da qui. Ma i sei componenti dei 20 Rime ci credono. E arrivare a Sky con il video d’esordio non è roba da tutti.

Davide Costa, in arte Thug Daddy, giovane rapper messinese, e anche laureato, che di giorno indossa i panni dell’infermiere senza trascurare troppo la sua vita dedicata alla musica, racconta come è nata la loro band.

“Il nostro gruppo è nato da poco più di un anno. Ezio Cosenza di The Cube Records aveva già collaborato con alcuni di noi, voleva un pezzo di esordio per la sua nuova etichetta e ci ha chiesto di riunirci per intraprendere questo percorso insieme”.

Tra i cinque componenti, c’è anche una voce femminile. “Sì, è così. Insieme a me, Spica Do Santo (Marco Giunta), Dosa (Daniele Zona),  Loco (Andrea Zona) e Marcoz (Marco Pagano), canta anche Martina Vicidomini. Tutti i componenti del gruppo sono stati scelti da Ezio Cosenza”.
I 20 Rime, un nome insolito ma con una storia alle spalle. “Questo era anche il nome della nostra crew (gruppo, ndr) e abbiamo scelto questo nome in segno di rappresentanza. In realtà la crew adesso non esiste più, ma siamo ancora tutti amici e abbiamo creato un collettivo che organizza serata col nome di “Messina’s finest””.
E quando gli si chiede delle ambizioni, Thug Daddy spara alto. “Abbiamo l’ambizione di prenderci l’Italia e, perché no, anche di spaccare in ambito internazionale. Ma siamo conosci di quanto questo possa essere già più complesso per via della lingua italiana. Puntiamo al massimo. Dobbiamo puntare al massimo per fare bene. In questo momento il presente ci sta dando ragione”.
La conquista dell’Italia parte da Messina, dove i 20 Rime si esibiranno anche questa estate. “Per adesso le nostre esibizioni sono limitate al territorio messinese e variano da live veri e propri organizzati da noi agli eventi nei quali siamo ospiti. Basta collegarsi alla nostra pagina ufficiale di Facebook per rimanere sempre aggiornati con i prossimi happening”.
Dopo il video ufficiale, l’idea di partecipare a HipHop TV, il canale musicale lanciato dalla piattaforma di Sky Italia nel 2008. “L’idea di partecipare è stata di Spica Do Santo, che ha deciso di sfruttare l’occasione di un contest lanciato da HipHop TV all’insaputa di tutti”.
Nel contest lanciato dal canale satellitare, i gruppi emergenti hanno l’opportunità di postare un video sui canali social della TV, da cui poi sono scelti quelli più adatti alla messa in onda a rotazione. “Un giorno arriva il messaggio che ci informava della nostra vittoria e nessuno ci ha capito nulla. Poi Spica ci ha spiegato tutto e abbiamo festeggiato come se non ci fosse un domani”.
Delle carriere da solisti già avviate e un EP del gruppo 20 Rime che è ovunque già in lavorazione. “Ognuno di noi ha anche una carriera già avanzata da solista. Stiamo lavorando ai nostri lavori da solisti e stiamo completando il nostro primo EP come 20 Rime. The Cube è stato il singolo di esordio del gruppo. Tra pochissimo uscirà il nostro nuovo video, non possiamo svelarvi nulla ma, a nostro comune parere avrà ancora più successo di The Cube“.
Per girare i video, ma anche per il montaggio, la fotografia e la curare della comunicazione, la squadra dei 20 Rime è composta da tanti giovani messinesi, non solo dai rapper. “Sono molte le persone che credono in questo progetto: videomakers, tra cui il fondatore dell’etichetta sotto la quale abbiamo deciso di pubblicare il brano (la The Cube Records), fotografi, tra cui Cristina Insinga, che si è occupata del backstage del video del brano “The Cube”, produttori, tra cui Giovanni Stramandino e Fabrizio Gandolfi (in arte Fabry T.) oltre a tutta la schiera di amici, membri della crew e fan che non ci fanno mancare il loro affetto e il loro supporto”.
Questi ragazzi, da solisti, forse non avrebbero fatto molta strada. Ma hanno deciso di coltivare un’amicizia e trasferire, sotto un unico nome, gli interessi comuni in ambito musicale. I 20 Rime, oggi, tutti insieme, puntano in alto. Ed il loro cielo, Sky, lo hanno già raggiunto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.