Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Omicidio di Alessandra Musarra a Messina, in carcere il fidanzato

Letto 1896 volte

MESSINA. È legato quasi sicuramente a motivi di gelosia l’omicidio di Alessandra Musarra, uccisa dal fidanzato Christian Ioppolo, con la quale aveva una relazione dal 2018. L’uccisione nella tarda notte di ieri, quando il 26enne ha colpito con ripetuti calci e pugni la donna fino a farle perdere la vita. Alle 8.30 del mattino è arrivata la richiesta di aiuto alla centrale operativa. Quando sul posto è giunta la Polizia dopo la chiamata del 118, la vittima era riversa a terra, in camera da letto, in una vasta chiazza di sangue. I sospetti si sono concentrati quasi subito sul fidanzato, che in un primo momento ha negato tutto cercando di fare ricadere le colpe sull’ex ragazzo della vittima, con il quale la storia era finita oltre sei anni fa. Quest’ultimo però è subito ritenuto estraneo alla vicenda da parte degli inquirenti.

Numerosi invece gli elementi di prova a carico di Ioppolo e diverse le contraddizioni durante l’interrogatorio che hanno portato al suo arresto. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, numerosi i litigi tra i due negli ultimi mesi, spesso per futili motivi. Uno di questi, probabilmente ha portato alla morte della vittima.  Un crescendo di orrori, che aumenta via via che le indagini acquisiscono nuovi particolari e importanti certezze su dinamica e tempistica del brutale omicidio.  In serata il ventiseienne è stato condotto nel carcere di Messina Gazzi.

Omicidio di Alessandra Musarra a Messina, in carcere il fidanzato
Omicidio di Alessandra Musarra a Messina, in carcere il fidanzato
Omicidio di Alessandra Musarra a Messina, in carcere il fidanzato