Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Cronaca. Messina, blitz a Santa Lucia sopra Contesse: scoperto arsenale, arrestato pregiudicato

Letto 1210 volte

MESSINA. Ieri pomeriggio è scattato un blitz dei Carabinieri della Compagnia di Messina Sud nel quartiere di Santa Lucia sopra Contesse, dove i militari stavano monitorando da tempo un casale in cui erano stati notati movimenti sospetti. Lunghi appostamenti, anche notturni, hanno preceduto l’irruzione nel podere nel quale è stato passato al setaccio ogni angolo. Gli uomini dell’Arma hanno accuratamente perquisito i locali ma hanno anche effettuato degli scavi nel terreno adiacente alla struttura, rinvenendo sotterrati a mezzo metro dalla superficie, diversi recipienti in vetro e plastica contenenti armi, tutte in perfetto stato di conservazione in piena funzionalità, munizioni e droga. Quello che è stato portato alla luce è un vero e proprio arsenale, costituito da:

  • Una pistola mitragliatrice a funzionamento semiautomatico, micidiale per l’elevata capacità offensiva;
  • Due fucili, provento di furto, con canne mozzate per aumentarne la capacità offensiva;
  • Un revolver calibro 357 magnum, anche questo provento di furto;
  • 125 proiettili calibro 9X19;
  • 60 cartucce per fucile;
  • Quasi un chilogrammo di marijuana;
  • 2,5 chilogrammi di hashish;
  • La somma di 10.000 euro in contanti verosimilmente provento dell’attività di spaccio.

Le armi e la droga erano di Vincenzo Costantino, pregiudicato messinese 54enne, arrestato in flagranza di reato per detenzione illecita di armi, munizioni e sostanze stupefacenti per il quale, dopo le formalità di rito, si sono spalancate le porte del carcere di Gazzi. Le armi sequestrato saranno sottoposte ad accertamenti balistici dal RIS, il Reparto Investigazioni Scientifiche di Messina, per verificare se siano state impiegate in precedenti attività delinquenziali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.