Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Cenerentola

Letto 359 volte

cenerentola_2015Cenerentola

Paese: U.S.A.

Genere: Fantastico, Drammatico

Durata: 112 minuti

Regia: Kenneth Branagh

Continua il fortunato filone dei remake di celebri favole portate sul grande schermo dalla Walt Disney sotto forma di lungometraggi animati e oggi riproposti al pubblico.

La vita di una felice famiglia di mercanti subisce un duro scossone quando la madre muore. Il marito e la piccola Ella cercano di sostenersi a vicenda e il buon padre, per ridare una famiglia alla figlia si risposa con una donna che però si rivela egoista e cattiva.

Alla morte del padre, la povera Ella si ritrova alla mercé della matrigna e delle due terribili sorellastre Anastasia e Genoveffa. Le tre la trasformano nella serva di casa, condannandola a lavori infimi e degradanti.

Tuttavia la povera ragazza decide di non cedere all’odio, anzi si comporta con coraggio e gentilezza verso tutti, proprio come sua madre in punto di morte le aveva chiesto. Un giorno incontra un giovane sconosciuto, senza sapere che è il principe del regno. Ella lascia che il cuore voli e si abbandona alla speranza di un domani migliore. Decide di partecipare al ballo reale organizzato dal re per tutte le fanciulle del regno, ma la sua matrigna le proibisce di andare. Quando tutto sembra perduto Ella riceve l’aiuto di una mendicante che aveva aiutato e che si rivela qualcosa di molto più che una semplice senzatetto

La favola di Perrault, poi riproposta in versione lievemente diversa dai Grimm e presentata al grande pubblico da Walt Disney nel 1950, vede oggi di nuovo la luce e ancora una volta proprio per mano della Walt Disney Pictures.

Come tutte le altre pellicole nate su questo filone, ha il compito arduo di scontrarsi con le precedenti pellicole animate che sono nel cuore di ognuno di noi, chi più chi meno. Non tutti i tentativi sono andati a buon fine (chi scrive pensa soprattutto ad Alice in wonderland), ma complice forse l’ottimo cast, l’eccellente post produzione, o ancora la non disprezzabile regia dello shakespeariano Kenneth Branagh, questa Cenerentola riesce a convincere.

La storia non si attiene fedelmente a nessuna delle versioni storiche, ma attinge un po’ da tutte e dal calderone ne è venuta fuori un’opera gradevole. Forse non ben riuscita come la contestatissima Maleficent, che per chi scrive è riuscita nel difficile compito di essere originale, innovativa e allo stesso tempo fedele alla tradizione, ma di sicuro un’opera degna del nostro tempo e del nostro denaro. Consigliata alle famiglie.

Paolo Failla

Sano di mente nonostante un'infanzia con classici Disney e cartoni animati giapponesi, il battesimo del fuoco arriva con i film di Bud Spencer e Terence Hill, le cui opere sono tutt'ora alla base della sua visione sull'ordine del cosmo. Durante l'adolescenza conosce le opere di Coppola, i due Scott, Scorsese, Cameron, Zemeckis, De Palma, Fellini, Monicelli, Avati, Steno e altri ancora. Su tutti Lucas e Spielberg . Si vocifera che sia in grado di parlare di qualsiasi argomento esprimendosi solo con citazioni varie. Ha conosciuto le vie della Forza con una maratona di Star Wars di oltre 13 ore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.