Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Catania. Mafia e politica, Lombardo: “La magistratura faccia luce”

Letto 59 volte

Raffaele Lombardo“Qualcuno si è interessato di me in questi anni, ma non certo per scagionarmi e per questo auspico che la magistratura, alla quale mi rivolgerò, faccia presto luce su questo episodio”.

Lo afferma l’ex presidente della Regione Sicilia Raffaele Lombardo, dopo le rivelazioni del pentito Galaloto, pubblicate  dal quotidiano “La Repubblica” che lo chiamano in causa.

“Leggo che il signor Galatolo, collaboratore di giustizia – prosegue l’ex presidente – ha dichiarato che gli è stato confidato, da persona di cui non mi è dato conoscere l’identità, che agenti dei servizi segreti avrebbero chiesto in carcere ad un mafioso catanese di scagionarmi, in cambio di denaro.

Non essendone seguito alcunché, debbo ritenere che il mafioso si sia rifiutato, anche loro hanno un’etica, e non se ne sia fatto nulla. Quindi se c’è stato un intervento dall’alto, è stato per accusarmi e non certo per discolparmi”.

Lombardo auspica chiarezza “sul contenuto delle dichiarazioni del mafioso, se vi sono mai stati, ed eventualmente chi erano i suoi misteriosi interlocutori, su quando e come abbiano fatto ad introdursi in carcere, di quali eventuali complicità si siano giovati e su tutto ciò che riterranno opportuno accertare di preciso e circostanziato.

Anche per evitare che storielle paradossali e criminali svoltesi in un tempo e luogo indefinito e tra persone non identificate (o magari già defunte) come quelle già note alla mia storia abbiano a susseguirsi – conclude l’ex presidente – prima e in fortunata coincidenza con lo svolgimento del mio processo d’appello”.

Antonio Maimone

Laureato in giornalismo all'Università di Messina. Ha sempre avuto la passione per il calcio e per lo sport in generale. Ha collaborato con diverse redazioni sportive e per Sicilians vi porterà all'interno di tutte le realtà sportive locali e regionali, facendo ogni tanto qualche passaggio in cronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.