Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Catania. Fermato un peschereccio carico di marijuana dal valore di 4 milioni

Letto 301 volte

Guardia di finanza cataniaLe nuove rotte della droga passano dal mare, sempre più spesso la marijuana arriva a Catania con delle imbarcazioni. Due tonnellate erano già state sequestrate a bordo di un peschereccio in aprile. Mentre i finanzieri del Comando Provinciale di Catania, poco dopo la mezzanotte dell’8 maggio, hanno bloccato il peschereccio Fatima con a bordo quasi 900 chili di marijuana.

L’imbarcazione stava rientrando in porto a Riposto, ed era proveniente dall’Albania. Durante le operazioni sono stati trovati anche due kalashnikov con relativi caricatori e 87 munizioni. Finiscono in manette nove catanesi.

Il carico di droga, il cui costo di acquisto è stimabile in oltre 1 milione di euro, era, con ogni probabilità, destinato al mercato catanese e avrebbe fruttato, al dettaglio, oltre 4 milioni di euro, vista l’attuale penuria di marijuana sulla piazza di spaccio etnea.

Guardia di finanza catania_2 I militari del Gruppo Operativo Antidroga della Guardia di Finanza, avevano acquisito una serie di elementi, in relazione ad un consistente carico di marijuana che il peschereccio Fatima doveva effettuare in Albania. I finanzieri hanno così tenuto sotto osservazione gli spostamenti del peschereccio ormeggiato nel porto di Riposto, e contemporaneamente i diversi uomini  che attendevano l’arrivo del carico.

Poco dopo la mezzanotte dell’8 maggio, il peschereccio è  approdato al porto di Riposto.I finanzieri sono intervenuti bloccando l’equipaggio, composto da due persone, Rosario Giuliano nato a Calatabiano il 4 agosto 1969 e Giuseppe Greco nato a Giarre il 23 maggio 1982.

Durante la perquisizione dell’imbarcazione i militari, occultate nelle stive, trovano numerose balle di marijuana avvolte in sacchi di juta.

Guardia di finanza catania_3Intanto, a terra ,era stata avviata la ricerca di tutte le persone e degli automezzi coinvolti nel traffico illecito. E così, in località Sant’Anna a Riposto, su un’auto, in precedenza segnalata,  venivano identificati Enrico Maria Giaquinta nato a Caltagirone 7 dicembre 1972 e Antonino Riela nato a Catania il 26 febbraio 1971.
Nella stessa zona, nascosti a ridosso della spiaggetta, sono stati fermati anche Carmelo Bertolini nato a Catania il 14 dicembre 1977, Massimiliano Brundo nato a Catania il 23 settembre 1973, Vincenzo Spampinato nato a Catania il 1 maggio 1973, Fabio Spampinato nato a Catania il 14 agosto 1983 e William Patané nato a Catania il 23 novembre 1989, tutti in attesa di partecipare alle operazioni di scarico della marijuana.

Nel corso delle concitate operazioni a bordo del motopeschereccio, i membri dell’equipaggio hanno tentato di liberarsi di due fucili d’assalto Kalashnikov con relativi caricatori e 87 munizioni gettandoli in mare. Ma sono stati recuperati dai sommozzatori a 12 metri di profondità.

Antonio Maimone

Laureato in giornalismo all'Università di Messina. Ha sempre avuto la passione per il calcio e per lo sport in generale. Ha collaborato con diverse redazioni sportive e per Sicilians vi porterà all'interno di tutte le realtà sportive locali e regionali, facendo ogni tanto qualche passaggio in cronaca.