Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Barcellona PG, movida selvaggia: 13 denunce per abuso di alcol e droga

Letto 3096 volte

MESSINA. Nel corso della fine settimana i militari della Compagnia Carabinieri di Barcellona Pozzo di Gotto hanno svolto servizi straordinari di controllo del territorio finalizzati alla prevenzione e repressione del fenomeno della guida sotto l’effetto di sostanze alcoliche e psicotrope e dello spaccio di droga nei luoghi della movida notturna presenti nel comprensorio barcelloneseNel corso dei servizi, che hanno visto impegnate le gazzelle della Sezione Radiomobile e le pattuglie delle Stazioni Carabinieri, i militari dell’Arma hanno deferito in stato di libertà un 28 enne per detenzione ai fini di spaccio di droga in quanto trovato in possesso di 8 grammi di marijuana e 2 grammi di hashish, un 22 enne per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti poiché, a bordo della propria auto è stato trovato in possesso di 28 grammi di marijuana, un 30enne per detenzione ai fini di spaccio di droga in quanto trovato in possesso di 3 grammi di marijuana suddivisa in dosi.

Inoltre, un 50enne e un 39enne sono stati denunciati per evasione, un 27enne e un 23enne poiché sorpresi nella recidiva di guida senza patente, 6 automobilisti per guida sotto l’effetto di sostanze alcoliche o per essere risultati positivi all’assunzione di sostanze psicotrope e altri 7 automobilisti che sono stati segnalati alla Prefettura di Messina per la medesima violazione. Dieci persone sono state segnalate alla Prefettura di Messina quali assuntrici di droga in quanto trovate in possesso di modiche quantità di marijuana e hashish, detenute per uso personale, con il sequestro di 52 grammi complessivi di sostanza stupefacente.

Nel corso dei servizi sono stati controllati complessivamente 57 veicoli e 137 persone con la contestazione di infrazioni al Codice della Strada, 7 dei quali  aventi rilevanza penale e 7 amministrativa, sono stati sequestrati 3 veicoli e ritirate 13 patenti di guida, in vista della successiva sospensione.

mde

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.