Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Barcellona. Detenuto 36enne dell’OPG aggredisce due agenti

Letto 1849 volte

OPG BarcellonaAncora un episodio di violenza all’OPG, l’Ospedale Psichiatrico Giudiziario di Barcellona. Stamane uno degli ospiti, il 36enne S. C., ha aggredito due agenti di polizia penitenziaria in servizio.

Per motivi ancora da chiarire uno è stato colpito al volto e l’altro al basso ventre. Da tempo l’uomo sarebbe dovuto essere alla RAMS di Caltagirone, in provincia di Catania.

I ritardi accumulati nell‘applicazione del decreto di riconversione delle strutture penitenziarie manicomiali hanno prolungato la sua permanenza a Barcellona.

I due agenti sono stati portati all’ospedale Cutroni Zodda. Uno è ancora ricoverato, l’altro è stato visitato e dimesso con una prognosi di 5 giorni.

Quello di questa mattina è l’ultima di una lunga serie di aggressioni al personale denunciate dai sindacati di categoria, che più volte hanno acceso i riflettori sulla mancanza di sicurezza e su una situazione che è sempre più insostenibile e chiesto chiarezza sul futuro dell’OPG.

L’OPG barcellonese è una struttura polivalente, che nonostante una legge ben precisa che ormai lo vieta ospita ancora i 68 detenuti internati, mai trasferiti nelle RAMS siciliane.

Carmelo Amato

Barcellonese doc, il giornalismo è la sua ragione di vita. Indistruttibile, infaticabile, instancabile, riesce a essere sul posto “prima ancora che il fatto succeda”. Dalla cronaca nera allo sport nulla gli sfugge. È l’incubo degli amministratori di Palazzo Longano, che se lo sognano anche di notte e temono i suoi video e i suoi articoli nei quali denuncia disservizi e inefficienze e dà voce alle esigenze dei suoi concittadini. Sconfina spesso a Milazzo e dintorni.