Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Calcio. Le pagelle di Matera-Messina: Gustavo superstar

Letto 311 volte

Foto Antonio Maimone
Foto Antonio Maimone

Buon pareggio per il Messina a Matera, contro una squadra certamente organizzata e che merita le posizioni di alta classifica. Dopo una settimana ricca di polemiche in riva allo Stretto, i peloritani hanno mostrato carattere e compattezza, fornendo un’ottima prestazione. Su tutti ovviamente Gustavo, autore del gol e di una giocata sontuosa che avrebbe meritato miglior sorte. Bene anche Giuseppe Russo e Mileto, all’esordio dal primo minuto in maglia giallorossa.

PAGELLE MESSINA

Berardi, 6 – Salva in un paio di occasioni la porta del Messina, mentre nel finale deve ringraziare il doppio palo lucano. Periodo decisamente difficile per il portiere ex Lazio, culminato con la settimana appena trascorsa con certe notizie che hanno fatto e probabilmente faranno ancora discutere. La compattezza del gruppo è un segnale ultra positivo, nonostante gli ultimi giorni di contestazione da parte di qualche tifoso.

Mileto, 6 – Buon esordio per l’ex Siena e Juve Stabia. Si vede che manca ancora del ritmo partita, ma la sua duttilità difensiva può essere importante per il Messina, e dimostra di avere anche un buon piede. Chi ben comincia è a metà dell’opera.

Burzigotti e De Vito, 6 – Meno sbavature difensive rispetto al pareggio con la Paganese. L’avversario è sicuramente di caratura superiore rispetto ai campani, e anche se non sono abituati a giocare insieme, hanno fornito una prova di carattere.

Genny Russo, 6 – La partita più convincente in maglia giallorossa: nel primo tempo copre molto bene dal suo lato e prova a ripartire coi compagni. Cala nella ripresa, ma non soffre particolarmente dalle sue parti.

Giuseppe Russo, 6.5 – Gestisce il centrocampo alla grande, non si sa per quale motivo facesse costantemente panchina a Catania. Non fa rimpiangere minimamente Baccolo, esperienza da vendere. Peccato per l’infortunio che lo ha costretto ad uscire anzitempo dalla partita.

Zanini, 6.5 – Quando vede Matera è sempre autore di ottime prestazioni. E’ forse la migliore partita da quando gioca a Messina, se la batte proprio con il match d’andata contro i lucani. Speriamo possa essere la svolta per la sua stagione fino a questo momento incolore e ben al di sotto delle aspettative.

Giorgione, 6.5 – Solita partita di corsa e lotta per il capitano del Messina. Combatte su ogni contrasto, ormai ci siamo pure scocciati di ripeterlo: giocatore fondamentale per la causa peloritana.

Gustavo, 7 – Show brasiliano in Lucania: gol di una freddezza invidiabile e giocata mostruosa che nel secondo tempo avrebbe fatto cadere gli occhi di una nazione sopra il XXI Settembre di Matera. Prova un gol da circa 70 metri e solo il palo lo ferma: non vogliamo azzardare, ma segnando sarebbe entrato di diritto nelle nomination del FIFA Puskàs Award.

Video preso da Sportube.tv

 

Tavares, 6 – Lotta e sacrificio sono ormai un marchio di fabbrica. Fornisce l’assist per Gustavo e prende (ma dà anche) botte per tutta la partita. Ufficialmente ritrovato.

Barisic, 6 – Conferma la buona prestazione offerta contro la Paganese. Sacrificio e tanta corsa per l’ex Milan, anche se in deficit di condizione. Pedina importante per il proseguo del campionato.

Biondo, 6 – Entra al posto di Giuseppe Russo e rischia subito di segnare non appena messo piede in campo. Riesce a gestire bene le situazioni nelle quali è chiamato in causa senza troppi affanni.

Scardina e Barilaro, S.V.

IL MIGLIORE DEL MATERA

Albadoro, 7 – Gol importante che riesce a rimettere a galla la partita per i lucani. Nel primo tempo protagonista del gol per i lucani, poi annullato per un fallo in area di rigore.

Giuseppe Marino

Laureato in Giornalismo all'Università degli studi di Messina. Si occupa a tutto campo della sezione sportiva di Sicilians, con un occhio di riguardo verso il calcio nostrano. Vi racconterà di tutto e di più sull'ACR Messina e sul panorama sportivo regionale.